Non è vero che gli angeli hanno le ali e volano in cielo vestiti di bianco, gli angeli sono sulla terra ed hanno il tuo viso ed il tuo sorriso...ti vogliamo bene Chiara!
apriamo gli occhi e ti pensiamo, noi abbiamo in mente te, camminiamo per le strade ed abbiamo in mente te, ogni mattina, ogni sera ed ogni notte abbiamo in mente te, cosa abbiamo nella testa?, cosa abbiamo nelle scarpe? noi abbiamo in mente te...!


27 DICEMBRE 2010


27 dic 2006

28 dic 2006

1 mag 2007

9 magg 2007

5 ago 2007

Chiara e lo yogurt

Chiara si nasconde

Chiara e i colori

Chiara

Chiara

Chiara

Chiara in auto

gen 2009

gen 2009

mar 2009

gen 2010

gen 2010

mar 2010

mar 2010

Chiara dorme

I figli sono come gli aquiloni,
passi la vita a cercare
di farli alzare da terra.
Corri e corri con loro
fino a restare
tutti e due senza fiato...
Come gli aquiloni
essi finiscono a terra...
e tu rappezzi e conforti,
aggiusti e insegni.
Li vedi sollevarsi nel vento
e li rassicuri che presto impareranno a volare.
Infine sono in aria:
gli ci vuole più spago
e tu seguiti a darne.
E a ogni metro di corda
che sfugge dalla tua mano
il cuore ti si riempie di gioia
e di tristezza insieme.
Giorno dopo giorno
l'aquilone si allontana
sempre di più
e tu senti che
non passerà molto tempo
prima che quella bella creatura
spezzi il filo che vi unisce
e si innalzi,
come è giusto che sia,
libera e sola.
Allora soltanto saprai
di aver assolto il tuo compito.

Erma Bombek

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farli simili a voi:
La vita procede e non s'attarda sul passato.
Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito,
e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'Arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco

Kahlil Gibran

HOME

Web Powered by Luciano Passoni